2018 – Un Anno di attività in Fondazione Sassi

2 Gennaio, 2019

Cari Amici, 
a poche ore dall’inizio del 2019, carico di attese e opportunità per la città di Matera, vogliamo rivolgervi un ringraziamento per aver condiviso un anno di grande impegno e attività della Fondazione Sassi in questo 2018.Un anno che ha consolidato il rilancio della Fondazione come protagonista della vita culturale della città, grazie anche a molteplici e prestigiose partnership. L’ultimo impegno, in questo mese, a 25 anni dall’inserimento dei Sassi nella World Heritage List dell’Unesco, con il Dipartimento delle Culture Europee e del Mediterraneo (DiCEM) e la Cattedra Unesco dell’Università della Basilicata, é stato quello di riaprire la riflessione e rilanciare il dibattito sui Sassi.Due giorni di confronto con docenti universitari, amministratori, imprenditori e liberi professionisti, forieri di idee e proposte per ridefinire visione e politiche per i Sassi e che saranno alla base del costituendo Osservatorio come luogo partecipato per conoscere e valutare dati, norme, scelte e obiettivi.Allo stesso modo, all’inizio dell’anno, nel mese di febbraio 2018 la Fondazione Sassi, presentando il 17° Rapporto Federculture aveva voluto avviare un confronto pubblico sulle politiche culturali, chiamando in particolare la Regione ad accrescere e qualificare investimenti, migliorare le procedure, accelerare i tempi per far diventare sempre più concretamente la cultura uno dei principali pilasti dello sviluppo, tanto più in vista del 2019, che esige un vero e proprio piano strategico culturale, per evitare che questa importanta occasione venga sprecata.  




 Nel 2018 si è anche rafforzata la collaborazione con l’Accademia di Belle Arti di Bari, della quale docenti e allievi sono stati fra i primi autori ad animare il progetto 12 WINDOWS: dodici finestre aperte verso il futuro dell’arte che vedono coinvolti artisti under 35 in esperienze di mostre collettive che favoriscono la creatività e la sperimentazione.  Finestre sull’arte aperte a luglio 2018 con la mostra Pater delle artiste Mariantonietta Bagliato, Giulia Barone e Giu.ngo- LAB. La Window 2, inaugurata il 9 novembre, in occasione dell’anteprima della Terra del pane, aprendosi all’orizzonte europeo, ha presentato tre sguardi – gli artisti Lech Kolasiński, Cătălin Tăvală e la coppia Andrej Lamut e Mirjam Čančer – provenienti dall’Europa dell’Est e raccolti nella mostra Hunger. Un allestimento che il Comune di Matera ha voluto inserire negli eventi del Natale e che vi invitiamo a visitare fino al 13 gennaio nella nostra sala esposizioni in via San Giovanni Vecchio. Come vi invitiamo a seguire le altre dieci Windows che presenteremo nel corso del 2019.
Attenzione all’arte visiva l’abbiamo riservata in tutto il 2018: da aprile a giugno abbiamo ospitato la personale di Claudio Malacarne “Daydreamers“, da novembre 2017 febbraio 2018 la Fondazione Sassi con la mostra “Matera Universo Pop” ha presentato opere originali di Andy Warhol, Robert Indiana, Keith Haring, Roy Lichtenstein e Robert Rauschenberg.   Seguiti da un folto pubblico anche gli appuntamenti con gli autori del panorama italiano e della letteratura. In collaborazione con le associazioni culturali e le librerie cittadine, abbiamo presentato gli ultimi libri di Mariolina Venezia, Veronica Raimo, Violetta Bellocchio e Dora Albanese e il volume “Basilicata d’autore. Reportage narrativo e guida culturale del territorio” a cura di Mimmo Sammartino.
Non è mancata l’attenzione al sociale con la presentazione del Progetto Bambini 6.0 realizzato dal Consorzio “La città essenziale” , grazie al Fondo per il Contrasto della Povertà Educativa e, nel mese di aprile, abbiamo ospitato gli alunni degli istituti superiori della Sicilia, per un progetto di Alternanza Scuola-Lavoro.
La nostra sala convegni è stata scelta anche per realizzare i casting di film come “I Moschettieri del Re”, attualmente nelle sale cinematografiche e per gli incontri della Fondazione Matera – Basilicata 2019.
Ed è sempre presso la Fondazione Sassi che l’Associazione della Stampa di Basilicata, a giugno, ha tenuto l’Assemblea annuale cui ha preso parte il segretario della Fnsi Raffaele Lorusso.
Un 2018 ricco di incontri, dibattiti e arte quello che abbiamo vissuto con tutti voi in Fondazione Sassi.
Un anno che ci ha preparato per quanto ci apprestiamo a realizzare nel 2019, confidando di avervi al nostro fianco per vivere insieme e da protagonisti l’anno in cui Matera è Capitale Europea della Cultura.
Con i più sinceri auguri di un nuovo anno pieno di entusiasmo, passione, impegno all’insegna della cultura.
Le migliaia di visitatori che dall’ 8 al 10 novembre hanno seguito l’Anteprima del Festival La Terra del pane, il progetto per Matera 2019 realizzato in coproduzione con la Fondazione Matera – Basilicata 2019, hanno confermato che il cammino intrapreso è quello giusto: valorizzare gli elementi identitari nella prospettiva del futuro, declinandoli nei linguaggi della cultura contemporanea.  

 Nel 2018 si è anche rafforzata la collaborazione con l’Accademia di Belle Arti di Bari, della quale docenti e allievi sono stati fra i primi autori ad animare il progetto 12 WINDOWS: dodici finestre aperte verso il futuro dell’arte che vedono coinvolti artisti under 35 in esperienze di mostre collettive che favoriscono la creatività e la sperimentazione.  Finestre sull’arte aperte a luglio 2018 con la mostra Pater delle artiste Mariantonietta Bagliato, Giulia Barone e Giu.ngo- LAB. La Window 2, inaugurata il 9 novembre, in occasione dell’anteprima della Terra del pane, aprendosi all’orizzonte europeo, ha presentato tre sguardi – gli artisti Lech Kolasiński, Cătălin Tăvală e la coppia Andrej Lamut e Mirjam Čančer – provenienti dall’Europa dell’Est e raccolti nella mostra Hunger. Un allestimento che il Comune di Matera ha voluto inserire negli eventi del Natale e che vi invitiamo a visitare fino al 13 gennaio nella nostra sala esposizioni in via San Giovanni Vecchio. Come vi invitiamo a seguire le altre dieci Windows che presenteremo nel corso del 2019.
Attenzione all’arte visiva l’abbiamo riservata in tutto il 2018: da aprile a giugno abbiamo ospitato la personale di ClaudioMalacarne “Daydreamers“, da novembre 2017 febbraio2018 la Fondazione Sassi con la mostra “Matera Universo Pop” ha presentato opere originali di Andy Warhol, Robert Indiana, Keith Haring, Roy Lichtenstein e Robert Rauschenberg.   Seguiti da un folto pubblico anche gli appuntamenti con gli autori del panorama italiano e della letteratura. In collaborazione con le associazioni culturali e le librerie cittadine, abbiamo presentato gli ultimi libri di Mariolina Venezia, Veronica Raimo, Violetta Bellocchio e Dora Albanese e il volume “Basilicata d’autore. Reportage narrativo e guida culturale del territorio” a cura di Mimmo Sammartino.
Non è mancata l’attenzione al sociale con la presentazione del Progetto Bambini 6.0 realizzato dal Consorzio “La città essenziale” , grazie al Fondo per il Contrasto della Povertà Educativa e, nel mese di aprile, abbiamo ospitato gli alunni degli istituti superiori della Sicilia, per un progetto di Alternanza Scuola-Lavoro.


La nostra sala convegni è stata scelta anche per realizzare i casting di film come “I Moschettieri del Re”, attualmente nelle sale cinematografiche e per gli incontri della Fondazione Matera – Basilicata 2019.
Ed è sempre presso la Fondazione Sassi che l’Associazione della Stampa di Basilicata, a giugno, ha tenuto l’Assemblea annuale cui ha preso parte il segretario della Fnsi Raffaele Lorusso.
Un 2018 ricco di incontri, dibattiti e arte quello che abbiamo vissuto con tutti voi in Fondazione Sassi.


Un anno che ci ha preparato per quanto ci apprestiamo a realizzare nel 2019, confidando di avervi al nostro fianco per vivere insieme e da protagonisti l’anno in cui Matera è Capitale Europea della Cultura.

Con i più sinceri auguri di un nuovo anno pieno di entusiasmo, passione, impegno all’insegna della cultura.